news

fashion creativity day

Il Fashion Creativity Day, moda e creatività a San Lazzaro di Savena 

Sabato 20 ottobre la Modateca Igor Pallante di San Lazzaro di Savena (BO) festeggia i suoi primi sette anni di attività con il…

TTFF 2018, i premi

Si è conclusa la dodicesima edizione del Terra di Tutti Film Festival, che quest’anno ha superato le 3.000 presenze in quattro giorni. La rassegna…

terra di tutti film festival 2018

Torna il Terra di Tutti Film Festival

Diritti negati, discriminazioni di genere, negazione della solidarietà: questi e molti altri temi saranno al centro della dodicesima edizione del Terra di Tutti Film…

doc doc chi è 2018

Torna “Doc Doc chi è?” al Galliera di Bologna

Fino al 15 dicembre, il Cinema Teatro Galliera ospiterà la quarta edizione di “Doc Doc chi è? Una…

Sulla mia pelle, gli ultimi giorni di Stefano Cucchi

Oggi in sala e su Netflix, tra polemiche e boicottaggi. Dopo essere stato accolto alla Mostra del Cinema di Venezia appena conclusa da un lungo e commosso…

I documentari di Venezia 75

Anche quest’anno alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (dal 28 agosto all’8 settembre) il cinema del reale registra una forte e significativa presenza,…

bando mente locale

Aperto il bando Mente Locale – Visioni sul territorio 2018

Fino al 30 settembre sono aperte le iscrizioni al bando Mente locale – visioni sul territorio 2018, il concorso che seleziona il meglio della produzione…

the italian warrior

Il sogno del primo Italian Warrior

  Sinistro, destro, gancio. Gomiti stretti, mano sinistra sotto la guancia, la destra all’altezza del mento. Sguardo dritto verso il tuo avversario, non fermarti, non abbassare mai la guardia. Lo sguardo è quello di Luca Bergers, riminese, il primo e unico italiano ad aver avuto accesso al circuito più ambito e pericoloso al mondo di Boxe a mani nude: il Bare Knuckle Boxing. Occhi azzurri, sguardo mite a tratti assorto, orientato verso qualcosa che pochi possono capire, se non chi nella vita ha scelto di seguire un sentiero duro, senza mai guardarsi indietro. The Italian Warrior è il docu-film diretto da Joseph Nenci, classe ’79, fotografo e regista di cinema indipendente, che ha realizzato con un budget basso un progetto tanto ambizioso come quello del protagonista del suo film. Molte sono le discipline affini alla nobile arte del pugilato, legate spesso alle scuole orientali come il Muay thai, tra cui quella più completa è ora la MMA di arti marziali miste. La Bare Knuckle Boxing è uno stile di combattimento dalle caratteristiche controverse. Vicina alla lotta di strada, differisce da questa per poche regole come il non colpire l’avversario quando è a terra; inoltre gli atleti combattono all’interno di uno spazio circolare simile al tappeto utilizzato nella lotta libera e vestono guanti più leggeri rispetto a quelli utilizzati nel pugilato, che lasciano scoperte le nocche delle mani. Una vita dedicata a un sogno è spesso una vita che richiede dei sacrifici, rinunce e scelte che coinvolgono tanto l’atleta quanto chi gli sta più vicino, come la famiglia e gli amici. Fedele al suo sogno, Luca si fa avanti a denti stretti, cercando di conciliare il lavoro, la famiglia e gli estenuanti allenamenti. Si muove intorno a questo percorso la macchina da presa, catturando ogni smorfia di fatica, ogni sguardo di comprensione, incitamento, stanchezza e speranza. Cresciuto nella palestra dei suoi due maestri Cristian Red Valli e Ivan "Iron" Polverini, Bergers ha scoperto presto la vocazione per la boxe, e oggi, a 29 anni, continua a contare su di loro che lo seguono come due padri. Anche la moglie di Luca, Titta, colonna portante della famiglia, sostiene Luca consapevole degli ostacoli che come macigni incombono nel quotidiano. La preparazione per un match è una sfida ardua e sfiancante, gli allenamenti grondano un sudore fatto di caparbietà e ardore, ogni volta che vediamo il protagonista fare flessioni, esercizi con la corda, sollevamento pesi sembra l’interprete di un film d’azione. È questa la sensazione che si prova nel seguire le fasi che lo porteranno al grande combattimento finale. E’ un crescendo, sottolineato dagli incitamenti degli allenatori che spiegano con fermezza al boxer la forza interiore da esprimere nell’incontro. Il ring diventa terreno di prova, obiettivo finale in cui tutta la potenza di un pugno esprime un mondo interiore che esplode. Il pugno di Luca, una mina carica di amore, come le parole che ha tatuato sulle nocche della mano, l’amore per una disciplina che gli ha dato una ragione di vita, alla quale non potrebbe mai rinunciare. A impreziosire il lavoro di regia è la colonna sonora composta dal rapper Emanuele D-Art Trifelli che, con la sua voce roca e profonda, ci racconta la vita del protagonista realizzando tre brani originali con musiche composte dal maestro Andrea Trinchi. Un lavoro sincero che si è addentrato con discrezione in questa storia cercando di restituire il grande valore sportivo del giovane Luca Bergers.   Federica Paradiso - Web writer Titolo: The Italian warrior Regia: Joseph Nenci Anno: 2018 Produzione: indipendente Min: 88’ https://www.youtube.com/watch?v=keRceI5bdas

summer school cinema documentario

A Ravenna la Summer School sul cinema documentario

Ravenna Nightmare Film Fest in collaborazione con Start Cinema Factory organizza la summer school che dal 25 al 29 luglio prossimi porterà a Ravenna…

artù rivelato

I segreti di Artù, tra storia e leggenda

Riscoprire, valorizzare e raccontare la figura di re Artù, tra storia e letteratura, in un prodotto audiovisivo: ecco l’obiettivo di Artù rivelato – The…

Le Circostanze di Vittorio Giardino vince il Biografilm Art and Music

Il fumetto made in Bologna arriva al cinema e conquista il pubblico di Biografilm Festival. Proiettato in anteprima mondiale durante la rassegna, il documentario Le…

Guida percettiva della Bosnia, un viaggio dei sensi

Raccontare la Bosnia attraverso voce, suoni e immagini: questo è Guide percettive, un ‘documentario per voce e macchine’ che Andrea Gianessi, Tommaso Giordani e Luca Rubertà svilupperanno nei prossimi…

porpora marcasciano round trip

#specialeBioToB: ‘Round Trip’, l’attivismo di Porpora Marcasciano

Porpora Marcasciano è una transessuale che ha vissuto in prima persona i movimenti politici degli anni ‘60 e ’70 e le battaglie…

carcere mare

#specialeBioToB: ‘Carcere mare’, un racconto di osservazione

Tra i numerosi pitching presentati al Bio to B quest’anno ci ha colpito particolarmente Prison Sea – Carcere mare, diretto da Antonio Tibaldi e…

#specialeBioToB: ecco i progetti vincitori dell’edizione 2018

Si è appena conclusa l’edizione 2018 di Bio to B – Doc & Biopic Business Meeting, con la premiazione dei progetti vincitori. La giuria…

#specialeBioToB: ‘Maminka’, il coraggio di madre e figlia

Il tema centrale di Maminka, il documentario sul quale sta attualmente lavorando Marcella Piccinini, è la malattia della madre. Un argomento delicato, rischioso,…