Io sono Femminista! Le lotte della Bologna anni Settanta

Essere femminista oggi significa portare avanti istanze sull’autodeterminazione delle donne affrontando i limiti di questo momento storico senza mai perdere di vista i traguardi e le pratiche di lotta del passato.

Il centro di documentazione dei movimenti Francesco Lorusso-Carlo Giuliani di Bologna con lo spazio libero autogestito Vag61 ha prodotto il documentario Io sono femminista! diretto da Teresa Rossano con riprese e montaggio di Cecilia Brugnoli. Il progetto vuole offrire un affresco della Bologna degli anni Settanta e delle pratiche di lotta femminista raccontate direttamente dalle protagoniste di quegli anni: quattordici interviste a quattordici donne che hanno animato le lotte della Bologna anni settanta, con i loro corpi, con le loro pratiche, con la loro determinazione nel combattere una società patriarcale; un lavoro corale dunque, risultato di un percorso di studio e ricerca che ha portato alla raccolta di materiali e memorie storiche che offrono numerosi spunti di riflessione sul tema.

Il documentario, già presentato durante lo sciopero dell’otto marzo, prosegue il suo tour inserendosi all’interno del dialogo in questa nuova stagione di lotta del nuovo millennio, in un momento storico di rilevante importanza globale in cui l’autodeterminazione della donna è ancora messa in discussione e minacciata dalle politiche attuali: per queste ragioni è più che mai importante aprire spazi di discussione e di confronto fra le vecchie e nuove generazioni di femministe.

Il film documentario è dedicato a Sandra Schiassi, femminista che ha animato le lotte di chi ieri come oggi afferma con orgoglio: Io sono femminista!.

 

Federica Paradiso

Web writer

Share