Al Cinema Teatro Orione il racconto del 2 agosto 1980

Venerdì 12 gennaio, al Cinema Teatro Orione (via Cimabue, 14), si terrà una serata dedicata al ricordo della strage di Bologna del 2 agosto 1980, che inizierà con la proiezione del documentario Vengo a prenderti, realizzato dagli studenti del Corso Doc del Liceo Laura Bassi insieme ai ragazzi della 3 C della scuola media De André.

Paolo ha quindici anni, nel 1980. È un ragazzo come tanti, la cui esistenza scorre tranquilla tra scuola, amici, vita familiare e primi amori. Ogni sabato, verso l’ora di pranzo, è solito andare in stazione insieme a suo padre, che aspetta in auto, mentre Paolo sale negli uffici in cui lavora sua madre. “Vengo a prenderti”, dice sempre. Quella mattina, però, il telefono squilla e un amico gli domanda se sono tutti a casa. Poi il telegiornale, edizione straordinaria, il rientro di suo padre e la corsa verso la stazione, perché quello non è un giorno come tutti gli altri.

Quel giorno è il 2 agosto del 1980 ed è costato la vita a 85 persone innocenti, che partivano per le vacanze, lavoravano o semplicemente si trovavano alla stazione di Bologna quando una bomba esplose nella sala d’aspetto di seconda classe. Paolo è Paolo Lambertini, oggi vice presidente dell’Associazione Familiari delle Vittime della Strage di Bologna, che insieme a Cinzia Venturoli, storica e docente dell’Università di Bologna, ricostruisce quel terribile giorno d’estate in cui la quotidianità fu fatta a pezzi e spazzata via. Entrambi interverranno durante l’evento, insieme ad alcuni narratori delCantiere 2 agosto, al regista Matteo Belli, suo ideatore, e al cantautore Luca Taddia. Il programma della serata prevede, alle ore 20.30, la proiezione del docu-film Cantiere 2 agosto – Narrazione di una strage, prodotto dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Erica Di Cillo – Caporedattrice

Share