0

Docunder30 al via dal 14 dicembre

Presentata oggi presso il Cinema Teatro Galliera a Bologna la XI edizione di Docunder30, festival di cinema documentario dedicato a giovani autori con meno di trent’anni. Docunder30 prenderà il via il 14 dicembre per terminare il 16, con un’appendice (il 19) a Ferrara presso il Cinema Boldini. Relatrici della mattinata Enza Negroni, presidente di D.E-R Associazione documentaristi Emilia Romagna, la direttrice artistica Angelita Fiore e Marta Bernardi, responsabile della comunicazione per il Cinema Teatro Galliera.

Il festival, divenuto di estrema importanza nel panorama nazionale e internazionale, “dona voce ai giovani e al loro fresco punto di vista nel guardare la realtà”, spiega Angelita Fiore, e quest’anno propone tredici documentari suddivisi in due categorie, Global e Intimacy, la prima incentrata sugli sguardi autoriali del linguaggio audiovisivo e l’altra invece orientata su storie di matrice ancestrale, appartenenti a un mondo interiore che si intreccia tra animo e psiche.

Le tre giornate partiranno con le Masterclass previste nel primo pomeriggio: la prima il 14 dicembre dal titolo DOP – Il direttore della Fotografia, scrivere con la luce a cura di Gian Filippo Corticelli, direttore della fotografia in molti di film di Sergio Castellitto, Ferzan Ozpetek e Renato De Maria, che svelerà tecniche e segreti di un set cinematografico. Il secondo giorno sarà incentrato su Il Montaggio cinematografico, l’essenza del cinema è il montaggio curato da Ilaria Fraioli, artista sperimentale, montatrice e ricercatrice di linguaggi, che esplorerà il processo creativo e costruttivo di un montaggio. L’ultima masterclass sarà a cura di Luca Malgara, producer di marketing e distribuzione per la piattaforma Movieday, al quale ha aderito anche il Cinema Galliera, che favorisce la partecipazione diretta del pubblico e rivolge una particolare attenzione per registi e produttori indipendenti. “Bisogna dare visibilità alle produzioni indipendenti – afferma Marta Bernardi – e rendere il cinema un centro culturale a tutto tondo che deve muovere il pubblico, diventando desiderio, ricerca esperienziale, luogo dell’immaginifico”.

Sono previste due proiezioni speciali fuori concorso: la prima (alle ore 21 del 14 dicembre) Life, Animated, ultimo lavoro di Roger Ross Williams, candidato all’Oscar 2017 come Miglior Documentario e vincitore del Sundance Film Festival 2016, che racconta la storia di un ragazzo affetto da autismo. La seconda proiezione speciale (venerdì 15 alle 21) sarà Sono Guido e non guido, un mockumentary sul poeta underground Guido Catalano, famoso per poesie ed esilaranti reading.

Federica Paradiso