0

Torna Meta Cinema: il festival delle ‘audiovisioni ibridanti’

Da oggi si apre la terza edizione di Meta Cinemail festival che offre una panoramica a trecentosessanta gradi sul valore artistico dell’audiovisivo. Quest’anno la rassegna apre le porte ad artisti internazionali, provenienti dai più disparati universi espressivi (scultura, pittura, performance etc.), i cui progetti sono tutti accomunati dalla volontà di utilizzare il video come mezzo comunicativo. La tecnologia digitale audiovisiva diviene dunque allo stesso tempo medium e oggetto dell’arte, portando sullo schermo opere che racchiudono innumerevoli contaminazioni e ibridazioni di genere. L’innovazione che Meta Cinema ha portato nel mondo dei festival e delle rassegne artistiche in generale è anche questa: non restringere la visuale artistica attraverso categorizzazioni esclusive. Nato sotto l’egida dell’Accademia di Belle Arti, con il coordinamento generale di Piero Deggiovanni, il Festival terminerà mercoledì 29 Novembre. Cinque artisti spagnoli e cinque cinesi rappresenteranno la quota internazionale del festival nelle prime due giornate, mentre allo screening italiano verrà riservata l’ultima data. Nell’ambito della rassegna Archivio aperto, invece, si terrà una giornata di studi sul poeta e giornalista Gianni Toti. Gli appuntamenti della rassegna si divideranno tra due location d’eccezione, il Regio Collegio di Spagna e l’Accademia stessa, da sempre cuore pulsante del fermento artistico bolognese, che con questa rassegna si fa ancora una volta portavoce dei nuovi linguaggi dell’arte.

Qui il programma completo: http://www.ababo.it/ABA/wp-content/uploads/2017/11/Programma_Metacinema_2017.pdf

 

La redazione