0

Presentato a Venezia Il Mese del Documentario, “piccolo gioiello” di Doc/it

Presentato ieri alla Villa degli Autori, al Lido di Venezia, durante le Giornate degli Autori, la quinta edizione de Il Mese del Documentario (Roma, 15 gennaio – 5 febbraio 2018), una delle più rappresentative manifestazioni dedicate al cinema del reale in Italia, che propone una selezione di ottimi prodotti in un circuito che coinvolge l’intero territorio nazionale.

La prossima edizione presenterà film italiani e internazionali dedicati a temi attuali affrontati secondo approcci creativi e produttivi differenti, ancora non distribuiti in Italia, e sarà arricchita da eventi nei mesi precedenti e successivi alle date del festival tra cui  le Masterclass dedicate alla produzione e all’evoluzione del linguaggio cinematografico. Quattro titoli saranno in concorso per il Premio del Pubblico: i documentari verranno presentati alla Casa del Cinema di Roma nel corso di incontri con gli autori (uno ogni lunedì) e distribuiti nelle sale italiane per la settimana successiva.

Tra gli appuntamenti che precederanno questa edizione, la proiezione del film The Dreamed Ones di Ruth Beckermann durante il Festivaletteratura di Mantova (6-10 settembre).

Una novità della prossima edizione è la partnership con IDS Academy, che si svolgerà a Palermo dall’1 al 4 ottobre 2017: dedicato ad autori e produttori, l’evento si propone come uno spazio di training avanzato in cui potersi confrontare con professionisti consolidati sui metodi e gli strumenti di lavoro. Grazie a questa collaborazione, Happy winter di Giovanni Totaro, fuori concorso alla 74ma Mostra del Cinema di Venezia, sarà proiettato a IDS Academy.

“Il documentario vede sempre più vicini autori e produttori”, ha affermato Agnese Fontana, Presidente di Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani, che ha ideato e produce Il Mese. “È un modo di raccontare il Paese, ma anche la crescita dei nostri documentaristi, sempre più capaci di esprimere, attraverso il loro linguaggio, la commistione e i percorsi culturali della nostra epoca; Il Mese del Documentario è un piccolo gioiello che Doc/it porta in giro per l’Italia”.

La manifestazione è un ponte tra gli autori più giovani e quelli ormai affermati, un progetto che crea legami importanti e duraturi favorendo lo scambio con altre realtà europee, e che è sostenuto dalla SIAE proprio perché “il documentario rappresenta un ambito sempre più importante nel nostro sistema audiovisivo”. Un impegno sottolineato da Davide Morabito, Direttore organizzativo del festival, e da Agnese Fontana che afferma: “Non è facile trovare risorse per il documentario, che cerca di creare una dimensione narrativa differente. Il Mese del Documentario è un punto d’arrivo, per gli autori e i titoli selezionati, è il tassello di un mosaico che si compone con fatica”. La presidente di Doc/it ha ringraziato anche Giorgio Gosetti, Direttore della Casa del Cinema e delle Giornate degli Autori, per il lavoro fatto insieme già prima che Il Mese esistesse, per puro amore nei confronti del cinema. “Nove decimi degli autori di documentari che scelgono anche la fiction non abbandonando mai la loro prima passione”, ha affermato Gosetti nel suo breve intervento; “le Giornate degli Autori sono anche casa di Doc/it”.

Il Mese del Documentario è prodotto da Doc/it con il supporto di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in collaborazione con Kinema e Casa del Cinema di Roma, con il patrocinio dell’Università degli Studi Roma Tre (Consiglio del Dip. Filosofia Comunicazione e Spettacolo).

Erica Di Cillo – caporedattrice