0

La Correggio di Pier Vittorio Tondelli

“Il paese è un piccolo borgo della bassa padana, con i portici, l’acciottolato sul corso principale, la basilica dedicata al patrono, il palazzo rinascimentale, le torri, i campanili, la rocca, le vecchie case ottocentesche del centro, alcuni palazzi del Settecento, la struttura urbana rimasta intatta e raccolta attorno al circolo delle vecchie scomparse mura. Lui è nato qui in una vecchia e grande casa che ancora si affaccia sulla piazza principale”.
Camere separate, Pier Vittorio Tondelli, 1989

La critica e i grandi manuali non hanno mai amato Tondelli, lo hanno relegato nelle appendici dei libri scolastici e gli studenti hanno in fretta perso la memoria di un grande narratore deceduto meno di trent’anni fa; eppure lo scrittore è ancora negli scaffali e nei cuori di tanti e soprattutto nel ricordo della sua terra, l’Emilia-Romagna. A Correggio, il comune in provincia di Reggio Emilia che ha dato i natali a Pier Vittorio Tondelli, dal 1997 ha sede il Centro di Documentazione Pier Vittorio Tondelli, che costituisce una sezione speciale della Biblioteca comunale “G. Einaudi” e ospita un archivio di tutte le opere pubblicate dallo scrittore, comprese le edizioni straniere. Il Centro di Documentazione compie il suo ventesimo compleanno e costituisce solo una parte del grande progetto commemorativo della città.

Dopo la morte di Tondelli, infatti, nel 1991, l’attenzione di Correggio per il suo narratore è andata sempre più crescendo con una serie di iniziative dedicate alla sua memoria. Prima fra tutte, il progetto “Pier Vittorio Tondelli. La lettura, la scrittura”, promosso dall’Amministrazione Comunale di Correggio in collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia e la Regione Emilia-Romagna. Il progetto nasce nel 1997, per impulso dell’assessore alla cultura Adele Bartoli, con l’obiettivo di onorare la memoria dello scrittore raccogliendo e sviluppando non soltanto la sua opera ma anche la sua eredità culturale: questo a partire dall’attenzione per l’educazione alla lettura e alla scrittura, secondo l’esperienza del “Progetto under 25”, primo programmatico progetto italiano di promozione della scrittura giovanile patrocinato dallo stesso Tondelli nel 1985, che ha posto all’attenzione dei giovani la necessità di una scrittura consapevole. Il progetto Tondelli è animato da un duplice intento: da una parte, incentivare lo studio critico dell’opera dell’autore e, allo stesso tempo, promuovere la diffusione della scrittura tra i più giovani. Il progetto è articolato in diverse iniziative: l’attivazione della Biblioteca degli inediti di giovani narratori tramite un relativo concorso, il premio tesi su Pier Vittorio Tondelli, il premio saggi critici su Pier Vittorio Tondelli e il Centro di Documentazione “Pier Vittorio Tondelli”.

Il Centro di Documentazione oggi sotto la curatela di Alessandro Pelli, oltre a romanzi, saggi, racconti, testi teatrali e articoli giornalistici, raccoglie e ospita molte altre testimonianze sull’autore come lettere, video, registrazioni audio e fotografie. L’archivio possiede anche gli inediti di giovani narratori, i saggi critici e le tesi che hanno partecipato ai concorsi organizzati dal Centro dal 1999 a oggi. Nel corso degli anni, il Centro di Documentazione è diventato un punto di riferimento per gli studi e la ricerca sull’autore: lo schedario del Centro comprende un catalogo di oltre 10.000 documenti, l’intero repertorio bibliografico di e su Tondelli, gli atti dei convegni e segnalazioni di qualsiasi iniziativa dedicata allo scrittore. Lo schedario è consultabile online all’indirizzo http://tondelli.comune.correggio.re.it ed è in continuo aggiornamento.

Il Centro di Documentazione non è solamente un archivio ma un luogo di partecipazione attiva di grande fermento culturale: tra le iniziative patrocinate dal Centro, le “Giornate Tondelli”, che si tengono a dicembre di ogni anno, costituiscono un importantissimo momento di dialogo e scambio tra studiosi e appassionati. Durante queste giornate vengono organizzati reading, concerti, proiezioni, mostre, presentazioni di libri e il Seminario Tondelli, nel quale vengono presentate le tesi triennali e magistrali dedicate all’autore. I contributi al Seminario autorizzati dagli studiosi vengono regolarmente pubblicati sul sito del Centro alla sezione “Atti e documentazione” e sono consultabili online. Dal 2014, inoltre, il Centro di Documentazione Pier Vittorio Tondelli si fa anche promotore di percorsi divulgativi sulle opere dello scrittore negli istituti scolastici superiori di secondo grado, allo scopo di far riflettere i ragazzi coinvolti nel progetto sulla pratica della scrittura e della lettura critica e di far conoscere e apprezzare l’opera dello scrittore. 

Il Centro di Documentazione e il Progetto Tondelli rappresentano iniziative importantissime, con venti anni di successi e attività alle spalle, lungi dall’essere solo un atto di vuoto omaggio a un grande artista troppo spesso trascurato, rappresentano l’idea di una cultura accessibile a tutti, capace di far crescere, di insegnare, di aiutare e di comprendere, prima di tutto se stessi.

Isabella Diamanti – Web writer